Comitato Nour

Oggi vogliamo presentarvi un progetto che ci sta molto a cuore e di cui siamo venuti a conoscenza durante un’incontro del Migrantour: il Comitato Nour

Il comitato Nour è costituito da uomini e donne provenienti da tutta Italia e il loro obbiettivo è portare aiuti all’interno della Syria.

Inizialmente erano solo singoli cittadini che volevano aiutare direttamente all’interno del territorio syriano ma con il passare dei mesi, viste le numerose adesioni ai loro progetti, hanno deciso di costituire un comitato.

Il modo migliore per presentare questa splendida iniziativa e scoprire cosa fanno è senza dubbio sentirla direttamente da loro voci:

“Tutto è iniziato quando il nostro presidente Lisanna ha visto in rete la foto di un bambino gravemente mutilato e smuovendo mari e monti nell’infinito mondo virtuale è riuscita a trovarlo e a fornirgli i primi aiuti.

Questo bambino è Nour, di 8 anni che vive a Douma una cittadina alla periferia di Damasco.

Da allora questo angelo in terra dagli occhi blu intenso è diventato un figlio per tutti noi e il simbolo del nostro comitato.

Ma la Syria non è solo Nour. La Syria dal 2011 è una terra ricoperta del sangue di bambini, donne, uomini e anziani di cui il mondo ne è venuto probabilmente a conoscenza il 3 settembre 2015 quando il corpo ormai senza vita del piccolo Aylan Kurdi è stato trovato sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia.

Quella foto in poche ore ha fatto il giro del mondo smuovendo le coscienze delle persone.

Da quel momento le televisioni di tutto il mondo hanno focalizzato l’attenzione collettiva sui viaggi della speranza di questa gente che fuggiva da morte certa per avere una possibilità di vita in Europa.

Molti, troppi, sono morti in questo viaggio tra le coste turche e le isole greche vuoi per il mare mosso, anche se il viaggio era di pochi km, ma soprattutto tanti hanno perso la vita perché venivano venduti loro dei giubbotti salva-gente fasulli e non in grado di tenere a galla nemmeno il corpo di un bambino.

Tutti poi sappiamo cosa è avvenuto nei mesi successivi tra la rotta balcanica e le altre migliaia di morti in mare.

Davanti a tutto questo e vedendo le condizioni di Nour all’interno del suo paese abbiamo voluto con tutti i mezzi disponibili arrivare ad altri bambini, ad altre famiglie.

Abbiamo voluto far sapere a queste persone che noi ci siamo e non abbiamo chiuso i nostri occhi e il nostro cuore e non ci siamo voltati dall’altra parte.

Da qui siamo riusciti a creare una rete di aiuti all’interno della Syria con ragazzi del postp che sono diventati nel corso del tempo parte della nostra vita, per noi sono fratelli e amici che amiamo immensamente.

Una volta instaurato un rapporto di fiducia con loro abbiamoiniziato dei progetti per far fronte alle esigenze locali quali:

– PROGETTO GALLINELLE acquistandodelle galline che possano offrire loro delle uova;
– PROGETTO PANE inviando loro denaro per l’acquisto di pane e la sua distribuzione
– PROGETTO LATTE proponendo un’adozione a distanza per bambini al di sotto dell’anno di età (per il momento) bisognosi di latte in polvere in quanto questo è difficilmente acquistabile dalle famiglie a causa dei prezzi molto alti nelle zone assediate e perché molte madri a causa dello stress non riescono a portare avanti l’allattamento materno.
– AIUTARE BAMBINI GRAVEMENTE MUTILATI E GRAVEMENTE DENUTRITI a causa dell’assedio: inviamo loro denaro che i nostri volontari usano per l’acquisto di materiale sanitario (quel poco che è rimasto) e cibo proteico.
Wood project: acquisto di stufe e legna da ardere per famiglie povere in Siria . ( nessuno nelle case o quello che è rimasto ha più vetri , nelle finestre , per cui il freddo è molto intenso).
Food distribution into al Ghouta under siege.
Progetto : Happy feet acquisto scarpe per bambini che non hanno la possibilità di acquistarle, in quanto organi o provenienti da famiglie disagiate.
Ambulatorio pediatrico a Tal toucan: per due anni abbiamo garantito la presenza di un ambulatorio pediatrico aperto due volte a settimana e a rifornirlo di farmaci pediatrici.
Progetto : la famiglia adotta una famiglia, progetto volto a sostenere con aiuto mensile famiglie numerose con vedove o capi di famiglia disabili , attraverso la erogazione di cibo bastevole per un mese.
Winter project: abbiamo acquistato un corredo invernale completo di cappello, sciarpa, guanti, giubbotto, scarpe e calze.
Sostegno alle famiglie povere durante il Ramadan, con erogazione per tutto il periodo di pacchi alimentari.
Progetto:Il futuro è l ‘istruzione: abbiamo Fornito materiale scolastico alle scuole dentro il Rukbancamp.
Progetto cholera kit: sono stati forniti kit igienici nelle zone a rischio colera.
Water project: sono stati distribuiti a più di mille famiglie kit di pastiglie per potabilizzare L ‘acqua.
I nostri progetti sono stati sviluppati in Siria , Yemen e Iraq, anche su questi territori c’è una realtà altrettanto difficile e disastrosa.
Abbiamo preso qui l’impegno con Iraq Volunteers Team di aiutarli ad acquistare e trasportare acqua all’interno del campo profughi di Fallujah. Qui oltre a questo impegno importantissimo abbiamo la grande ambizione di aprire una scuola per dare la possibilità ai bambini di avere un futuro.Siamo riusciti a fare ottenere in raccordo con una altra realtà la evacuazione e L asilo politico per un piccolo siriano e la sua famiglia, che senza di noi , data la gravissima patologia sarebbe morto. Abbiamo portato in Italia anche una piccola irachena gravemente ustionata , per cure , e un piccolo Yazida etnia massacrata in silenzio, per cure,mediche. Abbiamo ancora tanti tantissimi progetti ambiziosi, tanti pancioni da sfamare, da aiutare , da guarire. In futuro vogliamo creare una struttura dove accogliere gli orfani , bambini, vere vittime della guerra .

Questi sono i nostri progetti ed essendo molti ed ambizioni abbiamo bisogno dell’aiuto economico di chiunque possa donare anche solo una piccola somma mensile ma continuativa in modo da porte dare speranza a queste persone. Perché insieme possiamo diventare da semplici gocce un prezioso mare d’amore.”

Se siete interessati a scoprire meglio questo splendido progetto sociale e a contribuire attivamente, vi invitiamo a visitare la loro pagina facebook https://www.facebook.com/comitatonouramaecambiailmondo/